Per Olio ExtraVergine di Oliva si intende un olio ottenuto dalla prima spremitura dei frutti (olive) della pianta di ulivo, nelle sue numerose varietà. L’olio d’oliva, a differenza da tutti gli altri oli che si ottengono da semi, è l’unico che si ottiene dal frutto della pianta. I processi di estrazione dell’olio extravergine di oliva sono esclusivamente meccanici e a freddo (temperatura dell’olio sempre inferiore a 28°durante tutte le fasi di lavorazione) e ciò esclude totalmente l’impiego di mezzi o processi chimici. Inoltre le varie fasi di lavorazione per l’ottenimento dell’olio extravergine di oliva non devono incidere sulla qualità dell’olio che, a prodotto finito, deve risultare integro e ben conservato. Ciò che riflette in maniera realistica l’idoneità dei processi di lavorazione dell’olio (raccolta delle olive, conservazione delle stesse, estrazione e tempistiche di lavorazione) è il parametro acidità; a conti fatti, il pH dell’olio extravergine di oliva rappresenta, assieme ad alcune proprietà organolettiche e gustative, il parametro fondamentale nella valutazione qualitativa del prodotto.

Il pH dell’olio extravergine di oliva è espresso in acidi grassi liberi di acido oleico (C 18:1); dal punto di vista legislativo alimentare, un olio EVO non deve superare lo 0,8% di C 18:1 libero.

Composizione chimica dell’olio extravergine di oliva

L’olio extra vergine di oliva contiene il 99% di lipidi, vitamina E e vitamina K.

I minerali: l’olio extravergine di oliva contiene potassio, sodio, calcio, ferro e zinco.

I lipidi sono costituiti da trigliceridi che sono i principali costituenti dell’olio e che sono costituiti da acidi grassi.

Altri costituenti sono:

  • Fenoli semplici: tirosolo e idrossitirosolo
  • Flavoni: apigenina e luteolina
  • Flavonoli: quercetina e kaempferol
  • Acidi: acido caffeico, ferulico, cinnamico, cumarico, caffeico, vanillico, siringico, oleico, linoleico, palmitico e stearico

Caroteni e clorofille invece sono dei pigmenti che contribuiscono alla colorazione dell’olio. Oltre a questi troviamo poi i terpeni, i lignani, la rutina, gli antociani e sostanze volatili come idrocarburi, alcoli ed aldeidi.

Più semplicemente si può affermare che l’olio di oliva extravergine può essere diviso in due gruppi costituenti: la parte saponificabile, rappresenta circa il 99% ed è costituita dai trigliceridi. La parte insaponificabile, rappresenta circa l’ 1% ed è costituita da antiossidanti e vitamine varie. Queste sostanze antiossidanti hanno proprietà e benefici molto importanti per la salute del nostro organismo.

La sensazione di pizzichìo alla gola che si avverte gustando l’olio extravergine di oliva è sintomatica di un tocco di salute in più, questa sensazione infatti dipende da una sostanza con proprietà antinfiammatorie, scoperta da pochissimo tempo, e chiamata oleocantale e che ha gli stessi effetti di una sostanza antidolorifica chiamata ibuprofene che pare abbia anche proprietà antitumorali.

L’olio di oliva è praticamente un grasso allo stato liquido a temperatura ambiente.

Un paio di cucchiaini al mattino, a digiuno, possono risolvere i problemi di chi è afflitto da stitichezza cronica.

Proprietà Benefici dell’ Olio Extravergine di Oliva

Abbassa il Colesterolo

Alimento fondamentale della dieta mediterranea, l’olio extravergine di oliva è ormai considerato un elemento fondamentale per la cura e la prevenzione di diverse patologie.

Secondo diversi studi, condotti a più riprese, sono state dimostrate diverse proprietà benefiche dell’olio extravergine di oliva. I fitosteroli, un gruppo di steroli presenti nell’olio, ha la proprietà di ridurre i livelli di colesterolo nel sangue. A questo si aggiunge l’attività degli acidi grassi monoinsaturi come l’acido oleico e l’acido palmitoleico che, oltre e ridurre i livelli di colesterolo LDL, aumentano la quantità di colesterolo buono HDL.

Gli studi dimostrano che queste sostanze aiutano a prevenire le malattie cardiache e l’ictus. Una ricerca condotta in Francia su pazienti anziani ha dimostrato come l’assunzione regolare di olio extravergine di oliva sia in grado di ridurre del 41 % il rischio di ictus.

Pressione Arteriosa

Diminuisce di circa il 30 % la possibilità di infarto cardiaco e diminuisce la pressione arteriosa. I polifenoli e la vitamina E presenti nell’olio di oliva extravergine, grazie alla loro azione antiossidante, contribuiscono a prevenire l’arteriosclerosi e rallentano l’invecchiamento delle cellule.

Artrite ed Osteoporosi

Non sono ancora chiari i meccanismi con cui funziona. Recenti studi hanno evidenziato come le persone che adottano una dieta ricca di olio extravergine di oliva, hanno meno possibilità di sviluppare l’artrite reumatoide.

Sono stati anche evidenziati benefici nei confronti delle ossa per quanto riguarda la prevenzione dell’osteoporosi. Infatti pare che l’assunzione regolare di olio di oliva migliora l’assorbimento di calcio da parte dell’organismo.

Antitumorale

Come riportato da diversi studi, esistono dati che mettono in relazione l’uso di olio extravergine di oliva con una riduzione di alcuni tipi di tumore. In particolar modo quello al seno. Inoltre, la mortalità dovuta ai tumori è più alta nei paesi del nord Europa rispetto ai paesi della zona mediterranea.

Diabete

Un articolo pubblicato sulla rivista Diabetes Care ha dimostrato come una dieta ricca di questo prezioso liquido sia in grado di ridurre il rischio di diabete 2 di quasi il 50 %.

Si è sempre pensato che una dieta ricca di grassi potesse aumentare il rischio di malattie cardiache, tumori e di diabete. Grazie ai continui studi sull’argomento ora si sa che non è la quantità di grassi ad influire sulla nostra salute ma piuttosto la qualità. Una dieta ricca di acidi grassi monoinsaturi come quelli contenuti nell’olio extravergine di oliva e nella frutta secca è in grado di proteggere l’organismo da molte di queste patologie.

Depressione

Uno studio tutto spagnolo sostiene che una dieta ricca di acidi grassi insaturi che sono presenti nell’olio extravergine di oliva, nei pesci e in alcune verdure, abbia proprietà in grado di portare benefici nella prevenzione della depressione.

Alzheimer

Uno studio pubblicato su Chemical Neuroscience, ha dimostrato come l’oleocantale, la sostanza responsabile del pizzichìo in gola, abbia proprietà utili a ridurre il rischio di sviluppare l’Alzheimer.

Proprietà Digestive

È noto per avere effetti benefici sulla digestione. Viene usato come olio medicinale per pulire l’apparato digestivo e migliorare così il movimento intestinale con effetti preventivi nei confronti della stitichezza.

Vasi Sanguigni

I polifenoli presenti nell’olio extravergine di oliva rinforzano le pareti cellulari ed aumentano l’elasticità delle pareti dei vasi sanguigni offrendo protezione all’apparato cardiovascolare.

Funzione Cognitiva

La dieta mediterranea è conosciuta anche per le sue proprietà benefiche nei confronti della funziona cognitiva, in particolar modo su anziani ed adulti. Uno studio condotto in Francia su pazienti adulti ed anziani ha dimostrato come l’uso regolare di olio extravergine di oliva sia in grado di migliorare la memoria visiva e la capacità verbale.

 

Olio Extravergine di Oliva e Calorie

Ogni 100 grammi di olio extravergine di oliva si ha un apporto calorico pari a 884 calorie.

 

Tratto da:

http://www.my-personaltrainer.it/alimentazione/proprieta-olio-extravergine-di-oliva.html

e da

http://www.mr-loto.it/extravergine.html